Kelvin 273

Francesca Rita Rombolà

Gli echi lontani che l’orecchio ascolta e l’anima percepisce

Gli echi lontani che l'orecchio ascolta e l'anima percepisce

La NeP Edizioni Srls di Roma ha pubblicato, il mese scorso, la nuova raccolta di poesie di francesca Rita Rombolà. Il titolo di questa silloge poetica è Echi Lontani.

Echi. Senza una natura precisa. Senza una direzione definita

di provenienza. Soltanto

echi. Echi lontani. Echi lontani tra alte pareti di roccia

nuda, rossa o gialla. Echi lontani

tra paesaggi irreali di epoche remote ormai estinte. Echi

lontani nel silenzio smorzato

dal vento sottile di notti lunghe e di giorni senza tempo.

(…)Echi di latitudini e di longitudini sconosciute e perse:

frammenti o cocci di mondi e di tempi

dispersi o perduti nelle lande tempestose e turbolente della

memoria personale o, si certo

ancestrale. Echi. Lontanissimi. Ancora lontani. Nella valle

preservata dall’oblìo e spesso

dall’incuria. Echi. Nella gola attraversta dai venti e dalla

Storia, da carovane lente e

sognanti di uomini e di civiltà, lente e pacate sotto cieli

stellati inverosimili da fiaba eppure

rapide nel passo che marca le tappe gioiose e dolorose

dell’esistenza. Echi lontani. Di più.

Lontani nel subconscio dell’uomo. Echi lontani. Nella

mente. Nel cuore.

 

Echi lontani dentro di me. Dentro di te. Dentro di noi.

Echi lontani per contenere la

nostalgia e rinfrancare le ore di malinconia negli

immaginali crepuscoli del deserto.

Echi lontani per richiamare, nel sottobosco intricato del

ricordo, il vissuto delle età

dell’oro e capire il momento presente velato e rischiarato

da luci e da ombre. Echi

lontani. Forse un omaggio alla vicinanza custodita dentro il

bozzolo luminescente

della lontananza. Echi lontani per voler vivere e per voler

talvolta anche sopravvivere

a tutto. Echi lontani per riuscire a sperare ancora e ancora.

Echi lontani. Per continuare.

Il cammino. O un cammino. Comunque e ovunque.

 

Dalla “Nota dell’Autore” della silloge poetica Echi Lontani di Francesca Rita Rombolà

© Riproduzione Riservata
Tags

Francesca Rita Rombolà

Francesca Rita Rombolà è una poetessa e scrittrice. Ha pubblicato diversi libri di poesia e di narrativa(romanzi, raccolte di racconti, raccolte di poesie). Ha ricevuto menzioni e riconoscimenti vari da critici letterari e giornalisti(primo fra tutti Indro Montanelli nel lontano 1989)fra i quali Mauro Baroni, Paolo Ruffilli, Ettore Fini, Giorgio Barberi Squarotti. Ha frequentato alcuni corsi di scrittura creativa e ha collaborato con la rivista francese di teatro “CASSANDRE HORSCHAMP” diretta da Marc Tamet autore di teatro contemporaneo a Parigi. Francesca Rita Rombolà collabora oggi con L’Agenzia THOTH(www.thoth.it)che si occupa di eventi, pubblicità, comunicazione e scrive sul blog WWW.POESIAELETTERATURA.IT – Canto e parole nell’era dei sentimenti estinti… Ha scritto anche diversi articoli per il blog CAMBIAVERSO – L’informazione controcorrente. Sue poesie e suoi articoli di musica e letteratura appaiono anche, periodicamente, sul blog DELIRI PROGRESSIVI.

Utenti online